il meteo troia

Tra i magieri di prua e di poppa erano posti i mancoli dormeggio.
Il teatro di guerra fu proprio Chioggia, zona di collegamento con il retroterra padovano.
Una volta stabilite le modalità, inizia la fabbricazione del naviglio, e prima che questo sia del tutto ultimato, prima di mettere lultima finitura, la cosìdetta pezza benedetta, il padrone era obbligato a pagar da bere a tutti i lavoranti, come aveva già fatto prima.Turismo, Sport, Neve, trasporti, Viabilità, Nautica, consulenze Ricerca Statistica.Causa vicende storiche, venne stipulato un trattato (quello di Brioni) che fissava per i nostri pescatori quali zone di pesca sfruttare (tutta la costa italiana ed una parte dell'ex Jugoslava, fino circa a Zara).Il fasciame veniva piegato con il fuoco, ottenuto bruciando una qualità di canna palustre: il legno era riscaldato e, tenendolo sempre umido con fango, si cercava di dargli la curvatura voluta.Clicca qui, un po' di storia.Nellottocento cominciò la decadenza delle tartane ed iniziò lepoca del bragozzo, le cause furono molteplici.Carlo Goldoni con la sua opera teatrale, lE baruffe chiozzotte rappresentata in donna cerca uomo napoli bacheka tutto il mondo grazie alla compagnia teatrale, teatroNovo.La colorazione delle vele veniva fatta con la teréta, colore in polvere, che veniva sciolta in acqua di mare; esse venivano poi poste al sole ad asciugare, quindi gettate nellacqua di mare per togliere la polvere lasciata dalla pittura ed infine esposte ancora al sole.Le razzie, poi, dei pirati e degli Uscocchi che infestarono l'alto Adriatico depredando pescherecci e mercantili e catturando i marinai, completarono la sventura, anche economica, della bakeka incontri mature milano città.Nei piani degli alleati, Chioggia era considerata il luogo di un possibile sbarco che, con l'appoggio delle forze partigiane, avrebbe consentito l'occupazione delle fortificazioni del litorale e in seguito del Veneto nel suo complesso, in particolar modo dopo la liberazione di Ravenna (4 dic.
Attraverso violenze, persecuzioni e spedizioni punitive provenienti da tutto il Veneto, i fascisti ottennero la destituzione di quella giunta socialista che era stata democraticamente eletta.
Solo con lintroduzione del motore permetterà celermente il trasporto, e quindi la possibilità di commerciare del pesce fresco.
Le barche più6 antiche, adottate nel compartimento marittimo di Chioggia sono le tartane, e le sardellere.
Particolare attenzione era riservata alla costruzione del timone, la parte più robusta dellimbarcazione, poiché svolgeva anche, in parte, le funzioni della chiglia: per costruirlo si usava una nutrita schiera di attrezzi: morsetta, pialla, verìgola, mazzuola e martello.Le partenze da Chioggia per il Quarnero avvenivano i primi di novembre, il ritorno il venerdì Santo Era questa una data quasi obbligato;la religiosità dei pescatori, spesso frammista a superstizione, non permetteva di vivere fuori casa, i giorni della morte e della resurrezione.Si tratta di tradizioni di origine cristiana o egiziana.Gli Angeli (Anzoli) erano dipinti di solito da qualche pescatore provetto nel disegno, che era appunto chiamato el pitoréto dei Anzoli.Enorme raccapriccio destò, nel luglio del 1944, l'atroce rappresaglia fascista contro la famiglia Baldin (madre, padre e figlio) e Narciso Mantovan: fu incendiata la casa colonica e loro furono seviziati, bastonati a sangue, uccisi e gettati nell'Adige, rei di aver ospitato dei prigionieri alleati, terribile.Questi erano gli ornamenti decorativi più comuni che apparivano un tempo nelle imbarcazioni chioggiotte.


[L_RANDNUM-10-999]